« Torna agli articoli Rimonta delle leoncine gold

18 maggio 2017 | Giuliana Lucarini

Il lungo week end toscano trascorso in occasione della fase Nazionale di “Ripescaggio” a Montevarchi (AR) ha visto impegnate le nostre giovani ginnaste che hanno preso parte al circuito Gold di Artistica Femminile Nella categoria Allieve 1 (2008/2009) Aurora Principi e Rachele Zampa e nella A3 (2006) Gaia Gambini ed Elisa Bianchetti. Come è nostra consuetudine, anche questa volta ci siamo presentati a questo importante appuntamento con estrema umiltà con l’obiettivo primario di mettere insieme esperienze positive ma di dare comunque il massimo in un periodo particolare in cui il carico di lavoro della fine dell’anno scolastico unito all’intensità degli allenamenti sono determinanti nella risposta emotiva di tutti gli atleti ed in special modo in così giovani ginnaste.

Benchè le potenzialità delle nostre ragazze sono ben note allo staff dei tecnici, si è convenuto di giocare la carta della sicurezza puntando ad una gara regolare . La crescita tecnica di questi mesi è stata esaltata dal risultato ottenuto in comparazione alle fasi regionali di qualifica. Il confronto diretto con le concorrenti delle altre regioni ha giocato in favore, e di molto, delle nostre leoncine che hanno stabilito da subito la giusta “gerarchia” su chi, sulla carta, stava davanti in classifica.

Solo 22 posti disponibili per l’Accesso alle finali del Campionato Nazionale Gold Allieve, 80 le concorrenti per ciascuna fascia d’età.

Il primo turno di lavoro non ha certamente favorito la nostra Elisa prima a scendere in campo al Corpo Libero. Elisa c’è con la testa e con il cuore, decisa ad inseguire il riscatto da un campionato regionale di fondo classifica che le è stato stretto fin dalla prima prova. Trova la sicurezza e la concentrazione e ad ogni attrezzo la consapevolezza di essere una delle migliori nel suo turno di gara. Arriva in fondo finalmente col sorriso dopo aver “stampato” l’uscita alla trave con disinvoltura. Siamo felici per lei, quasi 4 punti guadagnati sull’ultima regionale, per lei la soddisfazione di un gradino risalito nella classifica delle marchigiane e 40 posti avanti in quella generale.

Secondo turno: Gaia si presenta al corpo libero dopo una lunga attesa alla fine del riscaldamento. Lei è molto emotiva “sente la gara” , la sua espressione traspare apprensione e così qualche incertezza fa scendere il valore del suo esercizio. Non trova la giusta concentrazione nei primi tre attrezzi in cui presenta alcune novità. Perdiamo 2 punti importanti. Ma poi sfodera il meglio di se, recupera nella performance degli “ostici cinghietti “ e termina con una trave semplice ma piacevole.

Un 23°posto duro da digerire, nonostante tutto sono 2 decimi di punto a tenerla fuori da una qualificazione sicura, facile come nessuno di noi prevedeva vista la qualificazione ; ma come si sa ogni gara ha la sua storia, e vediamo come questa andrà a finire. Intanto lista di attesa.

Siamo a sabato primo turno ore 8.30. Rachele fatica ad entrare nel clima di gara, primissima esperienza nazionale, assonnata e molto emozionata ma fa il suo. Alla fine sono buone le sue esecuzioni, buon margine di miglioramento rispetto al posto di qualifica. Sorride, è caparbia sappiamo che può fare di più ma tempo al tempo.

Secondo turno ancora la classifica di qualificazione ci impone il corpo libero rotazione più sfavorevole, sono qui le ginnaste che lottano per entrare nell’elite, sulla carta quelle più forti hanno il turno migliore. Aurora ce la mette tutta. E’ forte , dinamica, espressiva, le note esecutive sono ottime in tutti gli attrezzi. Si arriva in fondo con tranquillità, ma quando sembra fatta l’emozione dell’ultimo attrezzo tradisce la memoria. Un elemento non eseguito, dimenticato, tralasciato perché la testa è già all’uscita. Un tradimento che conta la 26^ posizione. Anche Aurora come Gaia attendono l’esito delle iscrizioni: ogni gara ha la sua storia ma con questa prova Gold, nonostante tutto, l’Artistica Recanati è tornata a raccontare la sua a livello nazionale.

Grazie ragazze siamo orgogliosi di voi.

+Copia link